Sembrava tutto grigioverde

Benvenuti nella galleria di "Fammi memoria", la Grande Guerra dei bergamaschi dagli archivi di famiglia

Home / Album /

ANGELO BREMBILLA 01

INVERNIZZI_Nazzarina_052.JPG AMBONI_GiuseppeMiniatureANGELO BREMBILLA 02AMBONI_GiuseppeMiniatureANGELO BREMBILLA 02

Angelo Brembilla (Stezzano 1893-Bergamo 1945) si trasferisce, da bambino, con la famiglia a Bergamo. Nel luglio 1915 viene assegnato all Milizia Mobile in territorio di guerre e il 12 novembre del 1915 viene ferito alla testa a Zagora, durante un corpo a corpo,nella quarte battaglia dell'Isonzo e viene decorato con una medaglia d’argento al valor militare.
Dopo il ricovero negli ospedali di Verona e di Savona, è ammesso a frequentare il corso Allievi Ufficiali e nominato prima Sottotenente e poi Tenente di Fanteria assegnato al 224°, Brigata Etna.
Il 24 ottobre 1917 al comando del III Gruppo Zappatori viene coinvolto nei fatti d’armi di Leskovca e Sleme. Catturato viene deportato nel lager di Celle in Germania, finché viene liberato il 30 dicembre 1918. Per la sua resistenza nel giorno di Caporetto è stato decorato con una medaglia di bronzo al valor militare.

Visite
272
Punteggio
nessun voto
Vota questa foto