Sembrava tutto grigioverde

Benvenuti nella galleria di "Fammi memoria", la Grande Guerra dei bergamaschi dagli archivi di famiglia

[ fermare le diapositive ]

MARCONI Egidio 010

MARCONI_Egidio_010.jpg MiniatureMARCONI Egidio 011MiniatureMARCONI Egidio 011

Medici e infermieri. Università di Pavia.
Egidio Marconi (Pavia 27 ottobre 1879- Bergamo ?) si laurea a Pavia nel 1904 e si specializza in ostetricia. Lavora a Bergamo per la prima volta dal 1905 al 1906 presso l’Ospedale Maggiore.
Nel 1907, durante una supplenza alla condotta di Desenzano sul Garda, conosce Pierina Fondrieschi che diventerà sua moglie l’anno dopo.
Dopo alcuni incarichi temporanei viene chiamato nel 1908 dalla Cassa di Maternità bergamasca, con sede presso la casa di ricovero delle Grazie, un consultorio gratuito per le meno abbienti.
Nel 1914 fonda una casa di cura in viale Vittorio Emanuele.
La guerra lo chiama al fronte in Val Camonica e in Val di Ledro dal 1916 al 1918 in qualità di ufficiale medico. Le fotografie che scatta ne sono una testimonianza.
Dopo la guerra continua il suo servizio come ufficiale medico dell’aeronautica e si interessa di agricoltura. Nel 1920, dopo aver venduto tutte le sue proprietà, compra a Boccaleone una villa seicentesca e l’annessa tenuta agricola dove crea un nuovo reticolo di canali per l’irrigazione che permette la coltura di ortaggi e primizie per il mercato ortofrutticolo di Bergamo.
Dopo la seconda guerra mondiale intensifica l’allevamento bovino per la produzione del latte ed è fra i fondatori della Centrale del Latte di Bergamo.