Sembrava tutto grigioverde

Benvenuti nella galleria di "Fammi memoria", la Grande Guerra dei bergamaschi dagli archivi di famiglia

[ fermare le diapositive ]

VENIER Fabiano 006

VENIER_Fabiano_006.jpg MiniatureVENIER Fabiano 007MiniatureVENIER Fabiano 007

Fabiano Venier (Invillino 1891 - Malpensa 1920). Tenente pilota Squadriglia SVA
Arruolato volontario come alpino partecipa alla guerra libica. Il 23-24 ottobre 1915 partecipa alla terza battaglia dell'Isonzo per la conquista di Tolmino, con l'attacco e poi la difesa del trincerone Vodil. Ferito, riesce a fuggire e riceve la medaglia di bronzo . Torna a combattere in Trentino, nuovamente ferito, si dedica all'istruzione dei reparti con un nuovo tipo di mitragliatrici francesi. E' assegnato all'aviazione in una squadriglia di Ansaldo SVA. Durante la ritirata di Caporetto difende militari e cittadini, Il suo aereo viene abbattuto e fatto prigioniero tra i canneti del Livenza; condotto prima a Lubiana e poi a Mauthausen viene liberato alla fine della guerra. Ripreso il suo ruolo, nel 1920, in volo verso l'Albania cade perdendo la vita.